Archivi categoria: Senza categoria

Canotta-e-pallone-225x300

Settore giovanile, tempo di bilanci a metà stagione

FacebookTwitterGoogle+

 

Canotta-e-pallone-225x300

 

 

Tempo di bilanci di metà stagione per il settore giovanile Tumminelli e la prima squadra, dopo 150 partite distribuite su 16 campionati (12 Fip e 4 Uisp).

Iniziamo da quello che ci interessa maggiormente: permettere ai ragazzi di molte zone di Milano di praticare uno sport aggregante come la pallacanestro.
In questo senso, i 365 ragazzi/e (di cui 36 ragazze) tesserati/e tra settore giovanile e prima squadra sono una grande dimostrazione di fiducia da parte delle famiglie milanesi verso la nostra associazione.
Numeri che rappresentano un record per Tumminelli negli ultimi 10 anni e che dimostrano come Tumminelli abbia la difficile mission di riuscire a conciliare sia l’aspetto agonistico/competitivo che quello inclusivo/sociale dello sport.
La scelta di avere 2 gruppi per ogni categoria a partire dalla categoria U13, divisi con criteri geografici fino alla categoria U14 e con criteri sportivi da U15 in poi, tanto impegnativa quanto gratificante, ci ha permesso di iscrivere le seguenti squadre ai campionati federali:

2 U13 Fip Silver (Centro “Blu” e Lambrate “Bianco”), 1 U13 Uisp (Mix “Blu & Bianco”)
2 U14 Fip Silver (Centro “Blu” e Lambrate “Bianco”)
1 U14 Uisp Femminile
1 U15 Fip Gold (“Blu”), 1 U15 Fip Silver (“Bianco”), 1 U15 Uisp (Mix “Blu & Bianco”)
1 U15 Fip Femminile
1 U16 Uisp (“Bianco”)
2 U17 Fip Silver (2006 “Blu” e 2007 “Bianco”)
2 U19 Fip Silver (“Blu” e “Bianco”)
1 Prima squadra Fip Serie D

Nello specifico, analizziamo il cammino agonistico ad oggi delle varie squadre del settore giovanile.

La Serie D, allenata dal Responsabile Tecnico del Settore Giovanile Andrea D’Alonzo e dal preparatore fisico Francesco Rizzo, è al 6o posto su 14 squadre con un record di 8 vittorie e 7 sconfitte.
Risultato oltre le più rosee aspettative per una squadra davvero giovane (5 senior, 1 U21, 3 U20, e gli 8 U19 più meritevoli) che sta facendo un bel percorso di crescita.
Decisivo sarà il girone di ritorno per capire in che posizione concluderemo la stagione regolare, e quale accoppiamento avremo nella seconda fase per raggiungere l’obiettivo salvezza prefissato a inizio di una stagione difficile in cui retrocedono 44 squadre su 86 partecipanti.

Il gruppo U19 Blu, allenato da Andrea D’Alonzo e da Antonio Volpicelli, ha chiuso il girone V al 1o posto su 6 squadre con un bilancio di 9 vittorie e 1 sconfitta.
Qualificati, insieme a Cittá di Opera, alla fase di classificazione Plate, avremo 6 posti a disposizione su 8 squadre per raggiungere il tabellone finale Silver.

Il gruppo U19 Bianco, allenato da Amedeo Ferrari e Michele Bon, ha chiuso il girone Y al 4o posto su 6 squadre con un bilancio di 4 vittorie e 6 sconfitte.
Nella seconda fase di classificazione Bronze saremo con altre 7 squadre con un solo posto a disposizione per raggiungere il tabellone finale Silver.

il gruppo U17 Blu 2006, allenato da Luca Barbesta e Adalberto Muzio, ha chiuso il girone A4 al primo posto su 6 squadre con un record di 8 vittorie e 1 sconfitta.
Qualificati, insieme a San Pio X, alla fase di classificazione Plate, avremo 4 posti a disposizione su 8 squadre per raggiungere il tabellone finale Silver.

Il gruppo U17 Bianco, 2007 sottoetà, allenato da Filippo Guzzardella e Amedeo Ferrari, ha chiuso nel girone A6 al 4o posto in classifica su 6 squadre con un bilancio di 4 vittorie e 5 sconfitte.
La qualificazione alla fase di classificazione Plate è sfuggita per un soffio, e i ragazzi se la vedranno con altre 7 squadre nella fase di classificazione Bronze con un solo posto a disposizione per raggiungere il tabellone finale Silver.

Il gruppo U16 Bianco, allenato da Davide Bonacci e Davide Biondi, ha chiuso il girone B del campionato Uisp al 4o posto in classifica su 6 squadre con un record di 4 vittorie e 6 sconfitte.

Il Gruppo U15 Blu, allenato da Andrea D’Alonzo e Antonio Volpicelli, nel girone B del campionato Gold è riuscita con un rush finale a qualificarsi alla fase delle migliori 12 squadre grazie alle 3 vittorie nel 2023 su altrettante partite e allo spareggio decisivo vinto in casa contro Seregno.
L’accesso tra le migliori 12 squadre della regione consegna agli U15 l’automatico accesso al tabellone finale Gold e la qualificazione ad U17 Gold 07-08 della prossima stagione.

Il gruppo U15 Bianco, allenato da Emanuele Musso, Marco Barzizza e Federico Marino, ha chiuso il girone FIP Y al 5o posto su 6 con un bilancio di 2 vittorie e 8 sconfitte
Nella seconda fase di classificazione Bronze, saremo con altre 7 squadre per 1 posto a disposizione per raggiungere il tabellone finale Silver.

Il gruppo U15 Mix Bianco & Blu, nel campionato Uisp, seguito seguito da Federico Marino, attualmente dopo 7 partite con 3 partite da recuperare occupa la 5a posizione su 8 squadre con un record di 3 vittorie e 4 sconfitte.

Il progetto femminile, coordinato da Pietro Pagan e seguito da Pietro, Elisa Beretta, Elda Greva, Alessandro Amato, Simone Beretta e Martino Alberti, prevede la partecipazione a un campionato U15 Fip e uno U14 Uisp e ha coinvolto un totale di ben 29 ragazze.
Nel campionato U15 Fip, dopo 12 partite su un totale di 14, siamo al 6o posto su 8 squadre con un bilancio di 2 vittorie e 10 sconfitte.
Nel campionato U14 Uisp, dopo 8 partite su un totale di 12, siamo al 1o posto su 7 squadre con un record di 7 vittorie e 1 sconfitta.

Il gruppo U14 Centro “Blu”, allenato da Emanuele Musso, Marco Barzizza e Federico Marino, ha chiuso il girone N al 6o posto su 6 squadre con un record di 1 vittoria e 9 sconfitte.
Nella seconda fase di classificazione Bronze, saremo con altre 7 squadre per 1 posto a disposizione per raggiungere il tabellone finale Silver.

Il gruppo U14 Lambrate “Bianco”, allenato da Antonio Volpicelli e Adalberto Muzio, ha chiuso il girone M al 5o posto su 6 squadre con un bilancio di 2 vittorie e 8 sconfitte.
Nella seconda fase di classificazione Bronze, saremo con altre 7 squadre per 1 posto a disposizione per raggiungere il tabellone finale Silver.

Il gruppo U13 Centro “Blu”, allenato da Michele Bon e Federico Scermino, ha concluso il girone A1 al 1o posto su 6 squadre con un record di 9 vittorie e 1 sconfitta.
Qualificati, insieme ad Arzaga, alla fase di classificazione Plate, avremo 6 posti a disposizione su 8 squadre per raggiungere il tabellone finale Silver.

Il gruppo U13 Lambrate “Bianco”, allenato da Alessandro Zinni, ha concluso al 4o posto su 5 squadre con un bilancio di 2 vittorie e 6 sconfitte.
Nella seconda fase di classificazione Bronze, saremo con altre 7 squadre per 1 posto a disposizione per raggiungere il tabellone finale Silver.

Il gruppo U13 Mix Bianco & Blu, nel campionato Uisp girone A, seguito da Federico Scermino, attualmente con 1 partita da recuperare occupa la 6a posizione su 8 squadre con un record di 2 vittorie e 7 sconfitte.

Confidiamo che l’impegno dei ragazzi e la professionalità del nostro staff tecnico portino le nostre squadre ad un miglioramento, prima dal punto di vista personale, relazionale, tecnico, motorio e cognitivo, e poi come conseguenza anche in termini di risultati per la seconda parte di stagione.
Un sincero in bocca al lupo a tutti i ragazzi/e tummy, e al nostro staff tecnico per un 223 pieno di soddisfazioni ⚪️.

Andrea D’Alonzo
Responsabile Tecnico Settore Giovanile Tumminelli

FacebookTwitterGoogle+
vittuone-tummi

UNDER 15 FEMMINILE

FacebookTwitterGoogle+

vittuone-tummi

U15 F, con Vittuone una sconfitta che non fa male

 

VITTUONE – TUMMINELLI = 74-22 (30-8, 46-14, 60-18)

 

Parte subito in salita la partita, con una tripla di Vittuone e, poi, una difesa poco attenta che concede canestri troppo facili. Le ragazze provano a costruire qualcosa, ma le avversarie sono molto forti e aggressive e concedono pochissimo. Così il primo quarto si chiude con un netto 8-30.

 

Migliora un minimo la difesa nel secondo quarto, con le ragazze un po’ più attente sui contrattacchi ed evitano che Vittuone dilaghi. Si fatica, però, sempre a creare occasioni facili per tirare, con l’attacco molto macchinoso e lento, anche per merito delle avversarie, anche se qualche buon passaggio c’è. Maggior equilibrio, comunque, e si va al riposo lungo sul 46-14.

 

Continua il buon momento difensivo della Tummy, con le nostre ragazze che aggrediscono le avversarie e concedono poche occasioni. In attacco, invece, si continua a faticare enormemente, con poche occasioni di tiro. Nel finale del tempo, poi, si sciolgono anche in difesa le nostre e Vittuone allunga più del meritato sul 60-18. Non cambia la musica negli ultimi 10 minuti e match che si chiude sul 74-22.

 

TABELLINO: Fumero, Patrignani 4, Matta 6, Bernini 2, Ribic, Vairo 2, De Marzo, Paolini, Grossi 2, Artoni 6, Marzot, Baldassari

FacebookTwitterGoogle+
valmadrera

UNDER 15 FEMMINILE

FacebookTwitterGoogle+

valmadrera

 

U15 F, a Valmadrera una sconfitta con diverse note positive

 

VALMADRERA – TUMMINELLI = 77-26 (20-3, 35-7, 57-16)

 

Sconfitta nella trasferta nel lecchese per le ragazze della Tumminelli, ma contro Valmadrera era nell’ordine delle cose un ko per l’Under 15. Che, comunque, mostra ancora una volta dei passi avanti e dimostra che il lavoro di Pietro Pagan sta pagando.

 

Avvio difficile in attacco per le Tummy, che faticano a trovare compagne libere e sbagliano le poche occasioni avute. Ma la difesa regge e Valmadrera non riesce ad allungare seriamente nella prima metà del quarto. Non segnando, però, le ragazze in blu vedono le padrone di casa scappare via. Tre punti di Chiara smuovono il tabellone e primo quarto che si chiude sul 20-3.

 

Purtroppo va in scena una brutta partita a Valmadrera, e non certo per le ragazze in campo, con l’arbitro che non è all’altezza e match che così è ingiocabile per le nostre, cui viene fischiato tutto, mentre per le avversarie vale tutto. Difficile, così, giocare per le nostre in un quarto che è ingiudicabile e che si chiude sul 35-7.

 

Si riesce a giocare, finalmente, nella ripresa e buon avvio della Tummy, con anche la tripla di Daria. Carente e distratta, però, la difesa e troppe avversarie sono libere e sole e vanno troppo facilmente a canestro. Si chiude così un quarto complicato senza palla e con Valmadrera avanti 57-16.

 

Match ormai chiuso, ma a mettersi in mostra oggi è un’ottima Marta, autrice di diversi bei canestri. Non mollano le Tummy, che nonostante il diverso livello con Valmadrera non alza mai bandiera bianca, obbliga le padrone di casa a mantenere sempre la formazione migliore in campo e chiude perdendo 77-26, ben meglio rispetto al 103-23 dell’andata, a dimostrazione della crescita della squadra.

 

TABELLINO: Patrignani 5, Fumero 4, Ribic 2, Vairo, De Marzo 2, Paolini 3, Grossi, Artoni 10, Groppelli, Oppido

FacebookTwitterGoogle+
tummi-cassina

UNDER 15 FEMMINILE

FacebookTwitterGoogle+

tummi-cassina

 

U15 F, a Cassina de’ Pecchi arriva una bella vittoria

 

CASSINA DE’ PECCHI – TUMMINELLI = 33-66 (5-20, 22-37, 29-54)

 

Doveva arrivare la vittoria e così è stato. Contro Cassina de’ Pecchi arriva il secondo successo stagionale per l’Under 15 femminile della Tumminelli, che come nel match d’andata ha dimostrato la propria superiorità tecnica e tattica. Buon match per Daria e compagne ed è da quello di molto buono che si è visto oggi che si deve ripartire per togliersi altre soddisfazioni nel girone di ritorno.

 

Buon avvio di partita delle Tummy, che sbagliano un paio di tiri di troppo, ma sono concentrate e difendono bene. Daria trova alcuni buoni canestri entrando decisa nella difesa di Cassina, ma è tutta la squadra a girare bene e si va al primo stop sul 20-5 per le ragazze di Pietro.

 

Ottima la difesa della Tumminelli, con Elena e Margherita che mettono forte pressione sulle avversarie, mentre Daria allunga. Le ragazze in blu si concedono qualche passaggio a vuoto che non riapre i giochi, ma tiene comunque Cassina in partita e si va al riposo sul 22-37.

 

Si abbassano le percentuali a inizio ripresa, con la difesa delle ragazze in blu che non concede nulla a Cassina, mentre in attacco sono sfortunate le nostre con alcuni canestri facili usciti di poco, nonostante l’ottima intesa tra Matilde e Daria. Nel finale di quarto, però, le Tummy riallungano con ottime giocate di Giuditta e Cecilia e si va all’ultimo stop sul 29-54.

 

Si arriva così all’ultimo quarto dove le Tummy possono controllare e Pietro e Alessandro effettuare un po’ di cambi per dare minuti a chi era stata meno sul parquet. Finisce 66-33 per la Tumminelli, in un match sicuramente non probante, ma che ha visto le ragazze in blu più concentrate rispetto alle ultime uscite. Tolte alcune amnesie del secondo quarto (17 punti su 33 subiti in soli 10 minuti), per il resto un’ottima prestazione che ridà morale alla squadra.

 

TABELLINO: Patrignani 16, Fumero 6, Matta 6, Bernini 11, Ribic 10, De Marzo, Paolini 6, Grossi 7, Romeo 4, Baldassarri, Bagarotto, Oppido

FacebookTwitterGoogle+
torneo foto

MINIBASKET TORNEO DI NATALE 18 dicembre 2022

FacebookTwitterGoogle+

TORNEO DI NATALE 2022

Il torneo  si svolgerà  domenica 18 dicembre con il seguente programma:

POMERIGGIO

 Palestra centrale del centro sportivo Crespi in via V. Peroni 48

 dalle 15,00 alle 16,45        partite 3 vs 3   annate 2017-2016 -2015

  dalle 16,45 alle 18,30        partite 3 vs 3   annate 2014-2013-2012       

 Sono invitati tutti i bambini che frequentano i nostri corsi squadra e i corsi scolastici in regola con la certificazione medica.

 Tutti i bambini che parteciperanno dovranno portare la loro divisa da gioco. Per chi non avesse ancora ricevuto la divisa, portare un pantaloncino e maglietta.

 In questa occasione ci scambieremo gli auguri per le prossime Festività Natalizie.

 Vi preghiamo di dare conferma della partecipazione direttamente agli istruttori.

 

FacebookTwitterGoogle+
sondrio-tummi

UNDER 15 FEMMINILE

FacebookTwitterGoogle+

sondrio-tummi

U15 F, a Sondrio per le Tummy troppi passaggi a vuoto

 

SONDRIO – TUMMINELLI = 70-29 (12-11, 30-18, 51-25)

 

Non si sblocca l’Under 15 femminile, che a Sondrio subisce una brutta sconfitta. Dopo un buon primo quarto, infatti, le amnesie e le distrazioni delle ragazze in blu permettono alle padrone di casa di mettere a segno un paio di break decisivi e nel secondo tempo la squadra di Pietro Pagan non ha la forza di reagire.

 

Buon avvio della Tummy che difende bene e con due canestri di Greta B. allunga. Anche Matilde a referto, ma poi le ragazze iniziano a non trovare tiri facili, concedono un paio di contropiedi alle avversarie che così rimontano e passano avanti. Asia dalla lunetta ci tiene attaccati nel punteggio, con Sondrio particolarmente fallosa. Ultimo canestro di Marta e così va così al primo stop sul 12-11 per le padrone di casa.

 

Ritornano in campo con meno grinta le Tummy, distratte, commettono errori banali palla in mano e faticano a difendere. Una tripla di Daria riavvicina le nostre, ma continuano le amnesie sia in difesa sia in attacco e Sondrio scappa via in un quarto da dimenticare che si chiude 30-18.

 

Finalmente ci mettono grinta e attenzione le ragazze di Pietro a inizio ripresa e un contropiede di Matilde, con fallo compreso, vale tre punti che riavvicina le nostre. Ma tornano gli errori, i passaggi nel traffico e riallunga Sondrio in doppia cifra. Ennesimo blackout delle ragazze in blu e match buttato via con Sondrio che va oltre i 20 punti di vantaggio e terzo quarto che finisce 51-25. Poco da aggiungere negli ultimi 10 minuti, dove continuano gli errori gratuiti, mentre a Sondrio entra tutto, e match che finisce 70-29.

 

TABELLINO: Patrignani 6, Fumero 7, Matta 5, Bernini 7, Ribic, Vairo, De Marzo, Artoni 2, Grossi, Groppelli, Marzot, Paolini 2

 

FacebookTwitterGoogle+
foto

In ricordo di Giandomenico Ongaro ” Giando “

FacebookTwitterGoogle+

 

 

 

 

CIAO GIANDO

 

 

“Ciao Capo ci vediamo in partita domenica!”

“Ciao Ale a domenica.”

Questo ci siamo detti prima del ponte del 1° novembre.

Invece hai deciso che adesso me la devo cavare da solo.

Dopo 8 anni di lavoro insieme effettivamente ora qualcosa posso dire di averlo imparato anch’io.

Grazie Giando!

Ho imparato a conoscere una persona di altri tempi. Gentile, disponibile, educata. Una persona per bene!

Da otto anni per me come un secondo padre.

Il mio mi ha lasciato nello stesso modo, all’improvviso due anni fa e per questi due anni essere stato in palestra con te Giando è stato un po’ come parlare ancora con mio papà.

Giando una persona che aiutava sul campo senza mettersi in luce, ma dicendo sempre il consiglio giusto in modo pacato, capace di parlare alle centinaia di ragazzi che abbiamo allenato insieme in questi anni in modo affettuoso e chiaro.

Una persona che lascia il segno nella crescita degli adolescenti.

Tutti gli ex allievi dei cicli precedenti che ci incrociavano ancora in palestra salutavano sempre Giando con affetto e con una luce negli occhi che faceva capire quello che aveva lasciato nel percorso della loro crescita.

Io ho avuto la fortuna di conoscere questo aspetto principale di Giando.

Questa persona per bene che si ha la fortuna di incontrare poche volte in una vita.

Era schivo Giando a parlare della sua vita cestistica da campione dell’Olimpia ai ragazzi.

Mi ricordo il nostro primo incontro 8 anni fa. Ti avevo detto che io ero cresciuto cestisticamente dalle giovanili fino alla serie C in Tumminelli. Poi ti avevo chiesto se anche tu avessi giocato da qualche parte.

La risposta era stata un semplice: ” Si qualcosa ho fatto” che mi aveva lasciato un po’ in sospeso.

Non sono più tornato sull’argomento per un anno, ma ci siamo limitati a gestire il presente in palestra.

Dopo un anno ho cercato per curiosità in internet Giandomenico Ongaro…che figuraccia!

Da allora ero io a presentare Giando ogni inizio anno al gruppo dei nuovi ragazzi che iniziavamo ad allenare.

Chi può dire di avere avuto un istruttore che ha vinto 8 campionati italiani e una coppa dei campioni?

Lui mi diceva sempre che ero troppo gentile e che non dovevo.

Era quasi in soggezione.

Negli ultimi 4 anni poi abbiamo organizzato con Art Kenney, altro campione compagno di squadra di Giando in Olimpia, un incontro annuale in palestra con i ragazzi.

Ogni incontro finiva sempre con la raccomandazione di studiare per prepararsi alla vita, di ascoltare e rispettare i propri genitori e di ascoltare i propri allenatori, per riportare poi nella vita fuori dalla palestra quello che si apprendeva durante gli allenamenti: rispetto delle regole, ascolto del prossimo, educazione e disciplina.

In tutti questi anni ho lasciato sempre a Giando la gestione dell’inizio dei discorsi prepartita e la scelta di ogni quintetto in tutti i campionati svolti insieme.

E lui ogni volta: “ Ale sei sicuro? Non vuoi fare tu?”

E io: “ Vai tranquillo Grande Capo!”

Caro amico mio queste ultime due settimane passate mi sembra di essere in sospeso.

L’altra sera eravamo in palestra io e Riccardo (Papà storico della Tumminelli, anche lui con me da 8 anni, con entrambi i suoi figli cresciuti cestisticamente con noi) e ci siamo guardati spaesati e tristi.

C’è una cosa però che in questi giorni mi ha rasserenato, il fatto di averti convinto ogni anno e anche questo a continuare ad allenare insieme.

“Ale ma sei sicuro di volere che venga ancora in palestra con te? Non preferisci un vice più giovane? Mi sembra di non essere utile”

Ed ogni volta gli dicevo che ci mancavano due anni per le nostre “nozze di alluminio! Quelle dei 10 anni”.

Fino in fondo sei stato fondamentale per tutti Giando e hai fatto quello che amavi e che ti piaceva. Testimonianza di questo fatto sono tutti i messaggi di stima ricevuti da tutti i genitori dei ragazzi che allenavi quest’anno e che hai allenato gli scorsi anni che sottolineano proprio questo aspetto educativo e il rispetto per la tua personalità di uomo di altri tempi.

Averti conosciuto come persona e come istruttore è stata una fortuna rara capitata a tutti i loro figli!

Mi mancherai molto caro amico mio.

Ti voglio bene.
giando foto
IN RICORDO DI GIANDOMENICO

 

 

Giandomenico Ongaro, per tutti Giando, oltre che allenare in Tumminelli , collaborava con il centro per l’autismo tramite il progetto un canestro per tutti.

Da oltre 15 anni,  il progetto un canestro per tutti , si rivolge a ragazzi diversamente abili con un appuntamento settimanale di tre ore presso il  centro sportivo Crespi Village , dove uno staff di allenatori ed educatori segue un gruppo di 12 persone.

Lo scopo del progetto è dare a questi ragazzi momenti di serenità, di sport  e di divertimento , pur con le difficoltà dei singoli casi.

Da oltre cinque anni Giando era uno dei pilastri di questo progetto, sempre pronto e carico di entusiasmo nel trasmettere i suoi insegnamenti.

Ho immaginato una lettera di ringraziamento da parte dei suoi allievi dedicata a Giando, cercando di dare voce a chi non poteva essere presente alla sua commemorazione.

 

Caro Giando

Vogliamo ringraziarti per tutti i momenti felici che ci hai regalato con la tua presenza, con i tuoi preziosi insegnamenti, l’infinita pazienza nei nostri confronti, la carica di umanità e semplicità presente in ogni tuo gesto.

Tutto questo ci mancherà.

Ci mancherà il tuo sorriso, la tua esperienza, la tua sensibilità, la tua signorilità, il tuo amore per la pallacanestro e ci mancheranno tanto anche i cioccolatini che ci regalavi a Natale.

Giovedì prossimo, quando rientreremo in palestra, il vuoto da te lasciato sarà incolmabile, ma siamo sicuri che da lassù tu continuerai a seguirci per sempre.

Con affetto i tuoi allievi

Paolo, Alessandro, Rosella ,Davide, Daniel, Laura, Gianluca, Gianpaolo, Gabriele, Bita, Daniel , Daniele

FacebookTwitterGoogle+