U13Bianca at Canottieri

U13Bianca/ Canottieri- Tumminelli 42 – 57

FacebookTwitterGoogle+

Canottieri Milano – Tumminelli  42 – 57 (10 – 19 / 22 – 32 / 30 – 41)

MORE THAN ATHLETES

Seconda gara esterna per l’U13 Tumminelli di Lambrate, contrapposta alla nobile franchigia dei Canottieri Milano. Coach “Z” e Mr. Ongaro convocano in “orario brunch”: Ducoli, Humilde, Salciarini, Aglialoro, Larcher, Manalo, Binetti, Gaggini, Motter, Reale, D’Aniello e Arcidiacono.

Primo quarto. In campo Gaggini, Binetti, Humilde, Larcher e Salciarini. Complice la temperatura frizzante scendiamo in campo reattivi ed eseguiamo da subito senza sbagliare, ma la pressione sul nostro portatore di palla ci obbliga a spendere tempo per passare la metà campo e ad averne quindi poco per organizzare l’attacco.

Secondo quarto. Dentro Aglialoro, Ducoli, Manalo, Reale e D’Aniello. I nostri ragazzi restano concentrati e riescono a mantenere il vantaggio fino alla fine della frazione. Buone spaziature, i giocatori in campo si cercano e si trovano. Gestione corale delle problematiche in difesa che generano buon contropiede, non sempre chiuso incassando punti.

U13Bianca at CanottieriTerzo quarto: Coach “Z” punta ad alzare il ritmo con Motter e Arcidiacono, ma il tasso tecnico Tumminelli si scontra contro la difesa a doppia mandata della Canottieri, intensa e fisica. Si raggiunge immediatamente il bonus, con luci e ombre dei nostri dalla linea della carità. Sale il livello fisico e i ragazzi fanno quadrato.

Quarto quarto: Per spiegare l’ultima frazione non serve un indagine della redazione di ”Report”: Canottieri mostra i muscoli, Tumminelli spiega come si gioca tutti insieme senza farsi intimidire e senza perdere la calma. I ragazzi non cedono ne fisicamente ne mentalmente e vincono con eleganza una gara di lotta. Mai come oggi non il singolo, ma il gruppo, compatto, riesce ad essere piu della somma delle singole parti.

U13Bianca at CanottieriDei nostri atleti: Motter, entra e risponde presente alla chiamata, si merita l’ambrogino d’oro; Reale, corre, salta, difende, ma soprattutto contribuisce con giocate “intangibles” che non vanno a referto, ma ti fanno vincere le partite; D’Aniello, eccezionale normalità, concentrato e maturo; Arcidiacono, socratico / maieutico, ricerca la verità del basket e ce la spiega; Ducoli, iconoclasta, nonostante i falli terminali subiti, spacca la gara imponendole forza; Humilde, viene aiutato dai compagni e li ricambia facendo felici tutti con assist meravigliosi; Salciarini, “fattura” anche oggi e ci regala un pomeriggio di sole; Larcher, fondamentale e imprescindibile, orchestra la difesa; Gaggini, tellurico, lui tira e i cuori del palazzo vibrano; Manalo, lascia per strada qualche canestro, ma anche oggi e nonostante il doppio impegno, impone a tutti la sua “statura”; Binetti, il vero segreto della squadra, senza non ci sarebbe chimica e oggi, semplicemente, avremmo perso; Aglialoro, (MVP), attacco e difesa, gara in cui dipinge la sua cappella Sistina, possiamo solo chiedergli di ammirarla.

U13Bianca at CanottieriEpilogo: “Guardare la vita da una prospettiva differente ti fa realizzare che non e’ il cervo ad attraversare la strada, ma piuttosto la strada ad attraversare la foresta.” Muhammad Ali.

BDL

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>