Archivi categoria: Tummi per il sociale

logo_auti_ISS

Basket e Diversità

FacebookTwitterGoogle+

 

Continuiamo, anche per questa stagione sportiva, il percorso di basket legato alla diversità.

Giovedì 23 ottobre, presso la palestra Crespi, i nostri ragazzi diversamente abili, affetti da sindrome autistica, si sono rimessi in movimento con la palla ed il canestro, sotto la guida esperta di Piero, Graziella, Ferdinando e degli educatori del CPA.

La nostra Associazione ringrazia il Consiglio di Zona 3, in particolare il Presidente della Commissione Sport, Signora Sara Rossin, per la particolare attenzione rivolta a questa iniziativa.

Lucia Manzini Continua a leggere

FacebookTwitterGoogle+
logo_auti_ISS

Centro per l’autismo – Tumminelli Romana

FacebookTwitterGoogle+

Collaborazione AD. Pol. Tumminelli Romana – Centro per l’Autismo
con il patrocinio e il contributo del Consiglio di Zona 3.

Da alcuni anni la Società è attiva nel progetto “Basket Insieme”, rivolto a 9 ragazzi affetti da sindrome autistica.
La Tumminelli, infatti, ha messo a disposizione la palestra, l’esperienza sportiva e lo staff tecnico mentre il Centro per l’Autismo di V. Mancinelli ha selezionato i soggetti in grado di essere coinvolti nel percorso del gioco del basket.
Il dott. Luciano Cattaneo, con i collaboratori del Centro, ed il signor Piero Nascimbene, con lo staff tecnico, hanno lavorato affinchè venisse raggiunto lo scopo di portare i ragazzi disabili in un luogo (palestra) definito “normale”, per consentire attività fisica finalizzata al gioco e al divertimento.
Poco si conosce di questa sindrome così complessa e, molte spesso, accade che le famiglie tendano a custodire il proprio ragazzo entro le mura di casa. La diversità è ritenuta cosa negativa, da occultare, da vivere nel completo silenzio.
Poco prima dell’estate, i nostri ragazzi, accompagnati ai campetti di piazza Aspromonte, hanno giocato a basket, in un ambiente aperto, mai frequentato in precedenza, relazionandosi con un secondo gruppo di ragazzi normodotati presenti ai campetti: ne è conseguita una caduta delle barriere della diversità, della necessità di disporre di un ambiente chiuso e protetto, del silenzio e dell’occultamento della malattia.
La Società, il CPA, lo staff tecnico hanno deciso di proseguire, anche per questa stagione, nel percorso intrapreso, nonostante le difficoltà materiali ed oggettive.
Le famiglie dei ragazzi ed il Consiglio di Zona 3 supportano il nostro lavoro e lo rendono meno gravoso.
Chi fosse interessato a ricevere maggiori informazioni può scrivere alla casella di posta romanabasket@gmail.com: risponderò personalmente con la massima riservatezza.
Lucia Manzini

FacebookTwitterGoogle+